Supply Chain Planning & Scheduling nel settore ceramico



Il superamento dell’approccio Make-to-stock nel settore ceramico.


Nella maggior parte dei processi produttivi ceramici tradizionali, la pianificazione ha storicamente applicato sul prodotto finito un approccio “make to stock” che potremmo definire “indotto”, in quanto determinato più da lotti minimi di produzione elevati che da reali politiche di stoccaggio pianificate. La produzione ceramica, infatti, ha sempre avuto la necessità di applicare politiche di lottizzazione sul semilavorato in uscita dai forni, volte a produrre quantitativi elevati per ridurre l’incidenza dei costi di setup sul singolo pezzo prodotto; questo anche se l’incremento del lotto, per contro, genera stock e coperture di magazzino che possono essere ingiustificatamente alte e sicuramente onerose.

 

L’introduzione di software di pianificazione nella ceramica


Un grande contributo al superamento di questa situazione e al miglioramento delle performance come, ad esempio, l’aumento del livello di servizio con contemporanea riduzione dello stock e dei tempi complessivi di cambio formato, si è ottenuto grazie all’introduzione di software avanzati nell’ambito dei processi di pianificazione e programmazione della produzione. Parliamo di software specializzati nella gestione integrata della supply chain, quali COMPASS10 sviluppato da Plannet, una soluzione software integrata di pianificazione, schedulazione a capacità finita e controllo della produzione (MES) e degli approvvigionamenti.

 

L’evoluzione delle grandi lastre: quali effetti nella gestione della produzione.


Negli ultimi anni l’industria ceramica ha assistito alla diffusione di superfici di grande formato, un’innovazione consentita dallo sviluppo di nuove e “rivoluzionarie” tecnologie produttive; è stato introdotto un concetto di “semilavorato finito” che può essere stoccato a magazzino e lavorato successivamente, a piccoli lotti o a pezzo singolo sulle specifiche richieste del cliente. In termini di pianificazione della produzione, i modelli di planning & scheduling si sono evoluti, introducendo politiche di stoccaggio del semilavorato grezzo, riducendo il grado di incertezza sulla domanda da pianificare (previsioni di vendita e scorta di sicurezza); ci si è spostati verso modelli di pianificazione “misti” con approccio “make-to-stock” a livello di lastra grezza e “make-to-order” a livello di referenza di prodotto finito.

 

Compass10 per la ceramica: funzionalità specifiche.


Grazie all’esperienza pluriennale nel settore, per le aziende produttrici di piastrelle sono state sviluppate funzionalità specifiche che si aggiungono agli strumenti tradizionali della suite COMPASS10 (MPS, APS, schedulazione a capacità finita multi-vincolo, MES con integrazione diretta agli impianti in ottica Industry 4.0, ecc.). Tra queste, una funzionalità di rilievo è la pianificazione per “gruppi” di lottizzazione che, sfruttando l’analisi della domanda attesa di ogni prodotto finito, determina in maniera automatica il mix e le quantità di prodotto finito da realizzare; in questo modo si risponde alla domanda di mercato minimizzando le coperture a magazzino per ogni singolo articolo e garantendo comunque quantitativi minimi economici sul processo “a monte” di pressa-forno.

 

I benefici dei sistemi avanzati di pianificazione e programmazione della produzione a capacità finita nel settore ceramico.



  • il costante monitoraggio dell’evadibilità degli ordini cliente con importanti aumenti del livello di servizio spesso a fronte di una riduzione dello stock complessivo di prodotto finito;

  • l’ottimizzazione della produttività degli impianti attraverso la riduzione dei setup;

  • l’ottimizzazione delle spedizioni di articoli diversi richiesti da uno stesso cliente nello stesso imballo, riducendo il numero di supporti utilizzati (casse o cavalletti);

  • l’automatizzazione dello scambio dati con i supervisori di fabbrica;

  • la riduzione del tempo dedicato alla pianificazione.


 

Pianificazione e schedulazione a capacità finita nel settore ceramico: casi applicativi.


👉 Case study Florim


👉 Case study Gresmalt



 

🚀 Scopri tutti i benefici dei sistemi avanzati di pianificazione e schedulazione per il settore ceramico. 


📩 Contatta il nostro team per un approfondimento o una demo gratuita