La testimonianza di FLORIM e PLANNET a “The Future of Ceramics 2019”

Martedì 12 novembre Plannet ha partecipato all’XI Meeting Annuale Acimac, presso il Forum Monzani di Modena, nell’ambito dell’evento “The Future of Ceramics” dedicato quest’anno alla “Digital Evolution”.

In una tavola rotonda dedicata alle nuove tecnologie a supporto della digitalizzazione delle aziende, Fabrizio Arnaldi (Plannet) e Maurizio Mambelli (Direttore Logistica dello stabilimento Florim a Mordano) hanno descritto i risultati ottenuti da Florim in questi anni, attraverso l’adozione di Compass10, software a supporto dei processi di pianificazione avanzata, schedulazione a capacità finita e MES Industry 4.0.

Nel corso del dibattito, Maurizio Mombelli ha evidenziato il contributo fondamentale di COMPASS10, al progetto a supporto della fabbrica 4.0 in Florim, leader mondiale nella produzione di piastrelle in gres porcellanato:

“l’introduzione di un sistema avanzato di Pianificazione e schedulazione a capacità finita della Supply Chain rappresenta “uno dei tasselli” di questa strategia” .... “... anche in considerazione di un contesto di mercato sempre più orientato al livello di servizio con una domanda che, nel tempo, si è andata caratterizzando con l’incremento dell’ampiezza del mix, la riduzione dei volumi specifici e tempi di consegna sempre più ristretti”

COMPASS10 è stato quindi reputato uno degli strumenti fondamentali per il raggiungimento degli obbiettivi prefissati a supporto della fabbrica 4.0.

I miglioramenti individuati da Florim che hanno guidato l’intero progetto, con il supporto dei Consulenti di Plannet nell’analisi dei processi aziendali si sono focalizzati su:

  • miglioramento dell’on-time delivery e riduzione del tempo di consegna (da data ordine a consegna cliente)

  • riduzione dello stock di prodotto finito senza compromettere la qualità del livello di servizio

  • flessibilità e rapidità di reazione ai cambiamenti grazie alle potenzialità di simulazione di scenari alternativi di produzione (analisi «what if»)

  • aumento della produttività degli impianti (riduzione del numero dei cambi e del tempo totale di fermo per set-up)

  • migliore controllo e governo del Livello di Servizio al cliente (miglioramento del TIME TO MARKET)

  • maggiore visibilità nel medio/lungo termine sui fabbisogni di risorse produttive (impianti, terzisti, materie prime, imballaggi)

  • miglioramento nella gestione della complessità produttiva

  • efficientamento dei piani di produzione


Per l’ottenimento degli ambiziosi obbiettivi prefissati indicati precedentemente, il modello di Planning & Scheduling progettato dal gruppo di lavoro e implementato sulla piattaforma software COMPASS10 si è focalizzato sulla:

  • gestione del piano principale di produzione (MPS)

  • elaborazione ottimale dei fabbisogni di semilavorato cotto (MRP)

  • ottimizzazione del programma giornaliero di produzione per linea

  • ottimizzazione del sequencing e quindi del set-up nella generazione del programma di produzione

  • customizzazione del reporting


Con l’adozione della soluzione Compass10, nelle aree di pianificazione e programmazione a capacità finita della produzione, negli ultimi anni Florim è riuscita a realizzare gli ambiziosi obbiettivi prefissati.