Al via il progetto MES per Mario Levi

L’IT Manager del Gruppo Mario Levi racconta le motivazioni del progetto e le attese.


Fondato nel lontano 1946 da Mario Levi Gattinara, il Gruppo Mario Levi è presente nel settore automobilistico da oltre 60 anni, con diverse sedi in Italia e all’estero. L’azienda, che produce interni in pelle per il settore automotive, ha affinato fino all’eccellenza i processi di concia e rifinizione delle pelli, taglio e confezione permettendo al Gruppo di proporsi agli OEM come fornitore di servizi e partner nello sviluppo del prodotto dalle prime fasi di analisi e progettazione fino alla produzione industriale. L’ultimo step di questo processo di sviluppo è avvenuto qualche mese fa con la decisione da parte del management di avviare un’innovazione nei processi produttivi. Decisione che ha portato l’azienda a scegliere l’implementazione del sistema MES di Plannet.

Abbiamo incontrato la IT Manager, Silvia Bruzzone, e le abbiamo chiesto le motivazioni alla base della recente scelta.

Quali criticità affronta un’azienda come Mario Levi per rimanere sempre al passo con l’innovazione del prodotto e delle tecnologie?

La maggiore criticità che la nostra azienda affronta è quella relativa ai materiali. L’innovazione del prodotto “pelle” non si arresta mai e per la nostra azienda, che ha scelto di posizionarsi sul mercato con una produzione di qualità elevata, la necessità è quella di essere costantemente aggiornati. Una volta selezionati i pellami migliori, la nostra principale esigenza diventa quella di contenere costi e tempi di produzione.

Col tempo ci siamo resi conto che per fare questo era per noi necessario uno strumento tecnologico che ci aiutasse a rilevare i tempi del processo produttivo in tutte le sue parti. In sintesi, uno strumento MES, Manufacturing Execution System, che controllasse e tracciasse la nostra produzione per poi dedurre da questa mole di dati informazioni utili per efficientare i nostri processi.

Quali sono le principali motivazioni che hanno portato alla scelta della soluzione Compass10 di Plannet?

Diversi possibili fornitori hanno fatto la loro proposta, ma tra questi abbiamo scelto Plannet. Ci ha convinti la professionalità e le competenze di chi ci ha illustrato la soluzione giusta per noi e anche il vantaggioso rapporto qualità/prezzo del software proposto. L’interfaccia grafica, inoltre, è molto accessibile e user-friendly e speriamo che questo possa aiutare i nostri operatori a familiarizzare velocemente con strumenti d’automazione per loro al momento sconosciuti.

Quali sono i miglioramenti attesi da questo progetto?

Siamo solo alla primissima fase di analisi e studio dei nostri processi. C’è molto lavoro da fare, ma ci aspettiamo di riuscire ad avere presto un quadro più preciso dei nostri tempi produttivi. Conoscere meglio se stessi è il passo essenziale per migliorarsi. Ci aspettiamo che la disponibilità di dati certi e a portata di mano sui nostri processi possa condurci a fare le scelte più adeguate a rendere più fluido il nostro sistema produttivo, con la logica conseguenza di contenere il più possibile i costi.

Intervista realizzata per portale Logistica Efficiente (luglio 2016)