Esistono le regole d’oro per … ?

Il web è pieno di articoli o suggerimenti che hanno per titolo “le 5/10 regole d’oro della ….”, e il più delle volte se si ha il tempo per leggerle, si scopre che essendo tutte diverse, le regole alle fine sono “solo” qualche decina se si parla di argomentazioni tecniche fino ad arrivare alle centinai se ci si imbatte in argomenti “più frivoli” come la cucina o il giardinaggio.

Perché tutti ci vogliono spiegare come si deve fare qualcosa? Forse per farci capire che loro hanno la soluzione? Il rimedio ad un problema o ad una esigenza? Questo decidetelo voi.

Fondamentalmente il “quid” non dovrebbe essere il come fare a livello di regole, ogni realtà è un universo a parete, quanto il perché fare.

Perché pianificare, perché schedulare? Perché ci si affida la maggior parte delle volte alla testa delle persone coadiuvate da un sw eccezionale, Excel?

Proviamo a dare delle motivazioni reali. Proviamo a pensare come farebbe il “nostro” pianificatore.

Il nostro pianificatore, vive l’azienda da anni e con le sue capacità, acquisite sul campo con la pratica quotidiana, e la sua esperienza ha sempre risolto i problemi della produzione (perché così si chiamano, problemi). Molte volte i processi nella sua mente si sono trasformati in fogli da decine di Mbyte di Excel, a voler essere sinceri qualche volta anche un poco criptici in quanto immagine del proprio modo di affrontare la realtà, e sappiamo che ogni persona ha il proprio approccio.

Questo fa di lui una persona insostituibile, ma sempre più sotto pressione. Con i suoi pro e i suoi contro.

Perché questa è una fotografia abbastanza quotidiana nelle organizzazioni?

 

PRO: la flessibilità che sembra poter garantire al costo di ore passate a lavorare su carta e al computer su Excel. Se arriva la telefonata di un cliente a cui non si può dire no (vedi anche Presidente o Amministratore Delegato) “immediatamente” si ha la sensazione di poter gestire la richiesta (o problema) …. Sposto qui, aggiungo la e la soluzione si trova.

Sarà la soluzione più efficiente? Quella che coniuga meglio le aspettative dell’azienda con le richieste fatte?

 

 CONTRO: probabilmente questo approccio non coniuga al meglio l’esigenza di flessibilità, velocità e accuratezza con l’esigenza dell’azienda di essere padrona dei propri processi e del proprio patrimonio di conoscenze o know-how, che per interesse dell’azienda stessa non deve essere di proprietà di una sola persona (o meglio in una sola testa)?

 

Le “regole d’oro” non esistono, ma esistono necessità ed esigenze che devono essere soddisfatte, nella maniera più conveniente per l’azienda.

La soluzione software Compass10 supporta le aziende manifatturiere nella gestione integrata ed evoluta dei processi di pianificazione, schedulazione a capacità finita e controllo avanzamento della produzione e degli approvvigionamenti. Procedure snelle ed interattive che permettono di svolgere le attività di simulazione ed analisi in maniera estremamente razionale ed intuitiva. La rapidità di risposta, fondamentale in contesti dinamici ed in continua evoluzione, è garantita da algoritmi estremamente performanti che utilizzano logiche di IN-RAM processing.

Drive the future of your supply chain con Compass10, perché:

  • è funzionale e scalabile

  • è semplice da utilizzare

  • ha un approccio simulativo (what-if)

  • ha una interfaccia grafica interattiva (schedule graphic management)

  • ha una straordinaria velocità di elaborazione

  • è facile da integrare con qualsiasi ERP


Our skills your efficiency

Ti aspettiamo sul nostro nuovo sito www.plannet.it, dove potrai approfondire le tematiche per la gestione quotidiana della tua organizzazione e delle tue esigenze in ambito Supply Chain, oppure chiamaci al +39 0522 435959 perché molte aziende come la tua si sono già affidate alle competenze di Plannet e alla flessibilità di Compass10.